PAPARINE AFFOGATE


SECONDI DI VERDURE

Paparine affogate
Le paparine altro non sono che le infestanti piante di rosolaccio o papavero rosso acerrime nemiche prima dell'invenzione dei diserbanti chimici. Queste naturalmente devono essere raccolte dall'autunno sino a inizio primavera, quando cioè le piante sono tenere e non recano ancora i boccioni fiorali. INGREDIENTI: - paparine - olio di oliva - 2/3 spicchi d'aglio - olive nere - sale - peperoncino PREPARAZIONE: Le paparine dovranno essere nettate bene eliminando le vecchie foglie e risciacquate bene. Si copre il fondo di una pentola con un filo di ottimo olio di oliva, si fanno rosolare due o tre spicchi di aglio, si tolgono e si calano le paparine ancora bagnate, si incoperchia e si abbassa la fiamma in modo che cuociano a fuoco lento con la loro stessa acqua. Quando queste saranno quasi cotte, si aggiunge una manciata di olive nere e se piace, del peperoncino, quindi si aggiusta con sale e si completa la cottura.

Torna su